Sono due le modalità per poter usufruire dell’assistenza dell’Associazione La Farfalla:

  • A chiamata diretta. Per quei pazienti che, facendosi carico personalmente delle spese farmacologiche, richiedono un’assistenza diretta attraverso un piano terapeutico concordato dal medico di famiglia;
  • Con ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) attivata dalla Asl su richiesta del medico di famiglia. In questo caso le spese mediche sono a carico dell’Azienda Sanitaria, senza alcun costo per il paziente.

Percorso in ADI (assistenza domiciliare integrata) delle cure palliative:

Le consulenze mediche di cure palliative, come prima visita, necessitano di impegnativa medica di visita domiciliare su ricettario regionale da parte del MMG, autorizzata dal distretto di competenza.
Per i pazienti già in assistenza domiciliare integrata (ADI), le consulenze non necessitano di richieste regionali, ma solo di accordi (anche solo telefonici) fra il MMG e il Medico Palliativista. Nei casi particolarmente complessi, le ADI possono essere trasformate in ADI di secondo livello, previ accordi fra palliativista e MMG; il che prevede fra l’altro la possibilità di avere accessi domiciliari programmati del medico palliativista e la possibilità di accedere a prestazioni particolarmente complesse, definite come “ospedalizzazione domiciliare” (tipo analgesia spinale, sedazione terapeutica palliativa alla fine della vita, infiltrazioni antalgiche, toracentesi e paracentesi, ecc.). Nell’Ospedalizzazione domiciliare al palliativista viene riconosciuta la responsabilità clinica sulle procedure che esegue e la possibilità di eseguire variazioni terapeutiche, rimanendo la responsabilità clinica complessiva in capo al medico di famiglia (MMG).

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online.